La sua tecnologia si esprime nei due elementi che lo compongono.

adamo-orologio

1.

Terminale mobile indossabile: Orologio Assistivo ADAMO

Un dispositivo tecnologicamente avanzato che si presenta come un comune orologio da polso in grado di accompagnare in ogni momento della giornata il soggetto monitorato. È in grado di fornire funzionalità di telesoccorso e di telemonitoraggio, oltre ad una molteplicità di informazioni di tipo fisiologico ed ambientale. L’orologio ha al suo interno diversi sensori, tra cui quelli di temperatura cutanea, temperatura ambientale, luminosità, indossamento del dispositivo e un accelerometro triassiale.

adamo-stazione

2.

Unità di elaborazione centrale: Stazione Base ADAMO

La Stazione Base riceve i parametri rilevati dall’orologio, gestisce le segnalazioni di allarme, inoltrandole, a seconda dell’impostazione prescelta, a un centro servizi o a chi fornisce assistenza agli utenti monitorati. La Stazione viene configurata con un semplice sms, dispone di sensori di temperatura e umidità, un sistema di ascolto ambientale viva-voce, nonché un ulteriore pulsante per attivare direttamente dalla Stazione Base una chiamata di emergenza. Infine, è dotata di batterie a tampone per garantire le funzionalità anche in caso di blackout.

CONFIGURAZIONI

L’utenza privata è uno dei target di riferimento per ADAMO. Comodo e poco invasivo come un orologio, è una soluzione che può salvare la vita alle persone che vivono da sole. Questo sistema evoluto di teleassistenza permette a chi lo indossa di mantenere la propria autonomia e ai suoi familiari di vivere con maggiore tranquillità. L’orologio, grazie ai sensori integrati, rileva il movimento, la temperatura corporea, l’indossamento e trasmette i dati alla stazione base, installata nell’abitazione. In caso di emergenza, la chiamata di soccorso si attiva volontariamente, premendo l’apposito pulsante, o automaticamente, se il soggetto non è in grado di farlo da sè. La chiamata è indirizzata a un numero privato o a un centro servizi. Per approfondimenti, si veda il sito dedicato.

adamo-rsa

Per le Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA), è stata creata una specifica configurazione di ADAMO, che permette di gestire fino a 60 utenti, monitorando più livelli della struttura, comprese anche le aree all’aperto. La soluzione tecnologica proposta comprende una sezione di monitoraggio, cioè l’area sotto copertura radio delle Stazioni Base, nella quale gli utenti svolgono le loro attività, e una sezione di elaborazione centrale, il datacenter, in cui sono installati gli apparati necessari a ricevere e decodificare le segnalazioni, a elaborarle e registrarle sul database.

Un terminale operativo, installato all’interno della residenza, è in grado di fornire un quadro sinottico per la gestione degli eventi ed interfacciarsi con i sistemi di inoltro delle segnalazioni di allarme presenti nella struttura stessa.

Un altro importante ambito di applicazione di ADAMO è il telemonitoraggio dei lavoratori che operano in contesti isolati, ovvero fuori dalla portata uditiva o visiva di altre persone, per prevenire situazioni di criticità.

Grazie al sistema composto da una stazione base attiva su rete GSM e dall’orologio assistivo associato, ADAMO è in grado di attivare una richiesta di soccorso in modo volontario, premendo l’apposito pulsante o in modo automatico, sfruttando i suoi innovativi sistemi di monitoraggio.

In particolare vengono rilevati i movimenti di chi lo indossa, le cadute seguite da immobilità, l’indossamento del dispositivo, la presenza/assenza sul posto di lavoro.

I vantaggi del sistema ADAMO sono molti: lo strumento di monitoraggio non ostacola l’operatività di chi lo indossa, è personalizzabile sulle specifiche esigenze dell’ambiente di lavoro e le chiamate di soccorso possono essere autogestite dal cliente o convergere su un centro servizi. In questo modo, in caso di infortunio o malore con perdita di coscienza, possono essere immediatamente attivati i soccorsi.

Caretek ha sviluppato un’apposita versione dell’orologio ADAMO a supporto di studi clinici e scientifici inerenti soggetti fragili. Le caratteristiche di indossabilità e non invasività dell’orologio, unite a un’architettura innovativa basata sul modello dell’ “Internet of things”, permettono di aggregare facilmente i dati raccolti dai sensori di ADAMO (numero di passi fatti dall’utente, eventuale incidenza di cadute, consumo di calorie, ore di attività fisica, inattività e mancato utilizzo del dispositivo). Gli algoritmi di elaborazione dati su cui si basa il processo di analisi sono stati implementati nell’orologio e validati dall’Università di Torino, Centro Servizi Suism.

L’utente coinvolto nel progetto deve semplicemente indossare l’orologio, collegato con la stazione base attivata in casa, che inoltra le informazioni raccolte ai server di elaborazione nel cloud di Caretek. Questo modello operativo permette il monitoraggio dell’attività di un utente per lunghi periodi di tempo, senza alterare il suo stile di vita.